18 maggio 2011

Contro la discriminazione degli alunni disabili, un esercito di genitori informati


Integrazione. Una parola densa di significato, ma raramente compresa tanto da poterla mettere davvero in pratica. Nel caso specifico di questo spazio web, il riferimento è all'integrazione scolastica degli alunni portatori di handicap e nasce dalla volontà di confrontarsi e di eviscerare le problematiche che ruotano intorno a questo tema.
Niente politica, nè religione... Semplicemente persone, genitori che, stanchi di veder calpestati i diritti più elementari dei loro figli, vogliono parlare, raccontare le loro esperienze e denunciare quello che non va nella scuola italiana, a livello di integrazione di alunni con disabilità.
Sicuramente ci sarebbe da dire molto ed altro ancora, sul massacro della scuola pubblica in generale, ma concentriamo le nostre energie su questo problema, che tanto ci tocca.
Questa pagina, vorrebbe anche essere un tassello in più nella lotta alla disinformazione che impedisce, spesso, di difendere i propri figli dalle discriminazioni e dall'ignoranza stessa.
E' fondamentale la conoscenza di tutte le norme e leggi essenziali in materia, per potersi opporre ai comportamenti sbagliati e discriminanti. E' importante documentarsi, confrontarsi con gruppi, associazioni di genitori... Siamo facilitati da tanti strumenti di comunicazione, dai social network come Facebook, che se ben usato, è un mezzo incredibile di diffusione e di scambio tra le persone... Non ci sono scusanti, insomma!
Soprattutto perchè, pur essendoci delle Leggi a tutela degli alunni disabili, frequentemente non vengono applicate o vengono interpretate a propria discrezione, invece che promuovere attraverso di esse la piena integrazione.
La nostra preparazione, quindi, può fare la differenza!


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
"Per migliorare le condizioni dei minori in situazione di handicap, prima di predisporre ulteriori leggi occorre applicare completamente quelle attuali, magari dotandole di adeguati strumenti e collegandole con una prassi amministrativa più attenta alle loro esigenze" (D. Massi)
"Ogni bambino ha la sua singolarità, è un corpo e una mente originale rispetto a tutti gli altri; il normodotato, però, ha una originalità che sta dentro a una certa fascia, ad un certo standard, mentre il bambino diversabile se ne allontana. " (V. Gullotta)

"..la convinzione che si può fare sempre qualcosa di più dovrebbe essere sempre la prima preoccupazione di tutti coloro che, per qualsiasi motivo, entrano in relazione con i nostri figli.."

‎..."Quando Einstein, alla domanda del passaporto, risponde 'razza umana', non ignora le differenze, le omette in un orizzonte più ampio, che le include e le supera. È questo il paesaggio che si deve aprire: sia a chi fa della differenza una discriminazione, sia a chi, per evitare una discriminazione, nega la differenza". (G.Pontiggia)

Post più popolari